EMERGENZA LAVORO, EMERGENZA FUTURO – L’innovazione CONTRO la crisi


Tutti i principali paesi industrializzati stanno investendo energie e risorse sull’innovazione e il sapere, consapevoli cheil futuro delle nostre economie si gioca sulla capacità di competere in questi settori. Ricerca, Università, Innovazione Tecnologica, Creatività sono i pilastri sui quali rifondare una ripresa economica sostenibile e duratura nel tempo, con la possibilità di aumentare la competitività del sistema Paese e di finanziare un sistema di welfare che consenta una qualità della vita migliore per tutti i cittadini.
L’Italia è indietro proprio sul fronte delle policy relative ai nuovi modelli di sviluppo sociali ed economici ed è un Paese fermo alla produzione di beni e servizi di bassa e media specializzazione tecnica, che competono più sul prezzo o sul design che sulla quantità di conoscenza e innovazione presenti.

In Italia il settore dell’Innovazione (Sapere, Ricerca, Innovazione, Creatività) sta subendo pesanti tagli di investimenti e finanziamenti pubblici mentre il settore privato spesso non è stimolato a coglierne le opportunità. Un Paese come il nostro che già fa molta fatica ad utilizzare l’innovazione non è incentivato a farlo per le politiche insufficienti che sono messe in atto finora dal governo.

Eppure, la “fuga” delle nuove generazioni maggiormente istruite nelle università italiane e l’affermazione che esse riescono ad ottenere all’estero è uno dei principali indicatori sul capitale umano che ogni anno sprechiamo. Enormi risorse in termini di intelligenza (e dunque anche economiche nell’ economia della conoscenza) perdute a causa di un sistema sempre più chiuso e provinciale.
Eppure esistono eccellenze italiane che si distinguono a livello internazionale per la loro capacità di creare prodotti nuovi, distinguendosi nel software, nelle nuove tecnologie, nelle scienze della vita ed affermandosi anche a livello internazionale.

Il settore dell’Innovazione oggi è in enorme sofferenza, molte delle multinazionali che negli anni scorsi hanno aperto centri di ricerca e produzione in Italia stanno chiudendo, altre aziende hanno avviato pesanti programmi di ridimensionamento. A farne le spese sono i giovani che non trovano adeguati sbocchi di lavoro, sempre più chiusi nel precariato e coloro che, pur con anni di esperienza e professionalità, escono sempre più spesso da mercato del lavoro, senza possibilità di ricollocarsi.

E’ urgente una grande azione di programmatica e di investimenti sull’innovazione e il sapere che finanzi interventi immediati attraverso la domanda pubblica e incentivi sulla quella privata. Un grande piano che sostenga la ricerca e la formazione, anche quella permanente, per sostenere il futuro dell’Italia.e delle nuove generazioni. E’ urgente che dalle parole di sostegno generiche si passi a fatti concreti per far crescere la nostra competitività e consolidare il diritto al lavoro.

Con questa iniziativa la Rete del’Innovazione, che sostiene al congresso del PD Pierluigi Bersani, vuole mettere in evidenza questa emergenza e stimolare il PD in primis e tutte le forze politiche ad impegnarsi, convinti come siamo che questo è il FUTURO DELL’ITALIA.

Lascia un commento